Prima o poi farò una canzone con Sade.

E’ il mio sogno

da quando ero piccola.

Name, Title

Sappiamo tutti che il rock (inteso nella sua accezione più ampia, di musica pop) non è soltanto musica. Molto più che in altre forme d’arte, come la pittura, la letteratura e persino il cinema, la figura dell’artista si sovrappone alla sua opera, finisce per permearla e per completarne il senso. Alla fine non è possibile distinguere dove finisce la fascinazione del personaggio e dove cominciano i meriti della sua musica. Meccanismo, ovviamente, portato all’esasperazione dall’industria musicale, tanto che sempre più spesso capita di trovare musicisti, anche molto famosi, per i quali la musica è del tutto irrilevante e il successo è interamente affidato al modo di essere (look, comportamenti, modelli di vita, ecc.); ma se togliamo dal tavolo queste forme aberranti di sfruttamento dell’immagine, la fusione dell’artista con la sua opera non è un elemento negativo, semmai arricchisce di forma e di contenuti il lavoro musicale. Per Aaliyah questa immedesimazione è particolarmente evidente, ben oltre i limiti della sua volontà: bellissima, con doti vocali innate e ulteriormente affinate da uno studio caparbio, avviata alla carriera musicale molto precocemente, come se fosse stata sin dall’inizio consapevole di avere poco tempo a disposizione, e capace di cogliere clamorosi successi da subito prima in campo musicale, poi cinematografico, per poi, al culmine della popolarità, trovare la morte a soli 22 anni in un incidente aereo. Una vita che sembra un film, un’opera a sé stante, nella quale la sua bella musica soul sembra giocare il ruolo, importante ma non primario, della colonna sonora. 

Provenienza: New York (USA)

 

Genere: Soul

 

Discografia:

1994 - Age Ain’t Nothing But A Number

1997 - One In A Million

2001 - Aaliyah

2003 - I Care 4 U (Ant.)

2005 - Ultimate Aaliyah (Ant.)

  • White Spotify Icon
  • White Apple Music Icon
  • White Amazon Icon